Nebulosa Rosetta Sh 2-275

La Nebulosa Rosetta (Sh2-275-NGC2237-C49) situata ai confini di una nebulosa molecolare gigante nella costellazione dell'Unicorno, distante circa 5200 anni luce dalla terra e con un'estensione di circa 1,3° è una grande regione H II di formazione stellare, come la Nebulosa California o la nebulosa da cui si staglia la Testa di Cavallo.

Fu identificata nel suo insieme da Barnard alla fine dell'ottocento con un telescopio da 30cm, dopo le annotazioni di Flamsteed, Marth, Swift, William e John Herschel e dello stesso Barnard, che avevano rilevato la presenza di ammassi stellari e porzioni nebulari che la formano senza capirne l'insieme. L'osservazione del brillante ammasso con un binocolo di buona apertura è entusiasmante, mentre è difficile riuscire a percepire le nebulosità anche con telescopi di grande diametro se non si osserva da cieli particolarmente bui, ormai quasi introvabili.

L'immagine è il risultato di un astrofotografia di 90 minuti dal cielo della Sabina con pose da 10 minuti a 800 iso, reflex canon eos 1000D modificata e filtro idas lps su rifrattore apocromatico TEC 140ED ridotto a circa f 5.2/720mm di focale montato su Avalon Linear FR autoguidata con cercatore da 50mm e Lacerta MGen.

Nebulosa Rosetta Sh 2-275
Tipo Oggetti: 
categoria: 
montatura: 
Nebulosa Rosetta Sh 2-275
centro AR: 
98,03°
centro DEC: 
4,958°
fov: 
0,936°
Nebulosa Rosetta Sh 2-275 mappa
posa: 
9x600s 800iso
filtro: 
Idas LPS P2