M57 Nebulosa Anello

Astrofotografia M57 Nebulosa Anello o Ring Nebula

Fotografiia astronomica di M57 conosciuta come la Nebulosa Anello o Ring Nebula per la forma in cui appare in osservazioni visuali, è situata nella costellazione della Lira e dista circa 2000 anni luce dalla terra. E' una tra le più famose nebulose planetarie, oggetti che si formano quando stelle di piccola o media grandezza, come il Sole, esauriscono la loro riserva di idrogeno nel loro nucleo e le strutture della stella cambiano per raggiungere un nuovo equilibrio in cui è possibile continuare ad avere le reazioni di fusione nucleare: gli strati esterni si espandono e la stella diventa una gigante rossa. Quando la temperatura interna aumenta di instabilità, gli strati più esterni possono venir espulsi sia in maniera continua che tramite alcune violente pulsazioni. Questo involucro di gas in espansione forma le nebulosa sferica, illuminata dall'energia ultravioletta della stella centrale. Negli ultimi duemila anni, la stella centrale ha lasciato il ramo asintotico delle giganti dopo aver esaurito quel poco che rimaneva della sua riserva di idrogeno. Questa stella non potrà dunque più produrre energia attraverso la fusione nucleare e in termini di evoluzione stellare si avvicina alla fase di conversione in una nana bianca compatta, è attualmente 200 volte più luminosa del Sole, anche se la sua magnitudine apparente è di 15,75.

L'immagine di seguito è il risultato di una Astrofotografia di soli 12 minuti ripresa dal cielo della Sabina con una reflex Canon  Eos 60D raffreddata, modificata e con l'ausilio di un filtro lps idas , utilizzando un ottica GSO RC da 8" a f/8 montato su Avalon M-Uno senza autoguida. E' stata la prima luce del GSO RC8 carbon ed era un test della collimazione senza guida ma alla fine ho ripreso 35 pose da 30" a 3200iso, ho fatto dark e flat, e una veloce prima versione senza impegnarmi più di tanto.

In questi giorni, stimolato da un'impressionante immagine di M57 ripresa in infrarosso  pubblicata da Giuseppe Donatiello ero curioso di spingere l'elaborazione della mia ridicola ripresa per vedere cosa usciva... niente di fenomenale in senso assoluto, ma un grandissimo risultato per la scarsa integrazione e le modalità di acquisizione, conferma che su oggetti molto luminosi, anche se di dimensioni angolari contenute, si possono ottenere soddisfazioni senza pose lunghe... che si riesca anche a mitigare gli effetti del seeing? :-)

Qui potete vedere la scheda di Diego Barucco su PNebulae, esperto di Nebulose Planetarie

Immagine crop a dimensioni reali di circa 1500px ricampionata a 2500px

astrofotografia M 57 Nebulosa Anello
Tipo Oggetti: 
categoria: 
ottica: 
sensore: 
montatura: 
centro AR: 
283.389°
centro DEC: 
33.031°
fov: 
0.156°
M57 Nebulosa Anello  | Fotografia Astronomica con reflex
posa: 
35x30s 3200iso -18°
filtro: 
Idas LPS D1
dark-flat-bias: 
11-21-31